Cosa fare e non fare quando tuo bambino viene preso in giro

umorismo
Informa gli altri

Cosa fare e non fare quando tuo bambino viene preso in giro

Photo by Austin Pacheco on Unsplash

Le prese in giro sono sempre esistite, ed esistono a tutte le età. Se un bambino/a o un gruppetto di bambini continua a farlo per un certo periodo e con l’intenzione di fare del male all’altro, si parla di bullismo.

E se è tuo bambino o tua bambina che viene preso in giro, tu, cosa puoi fare?

Cosa non fare quando tuo bambino viene preso in giro

Innanzitutto, è importante non cadere in quello che io chiamo “la trappola della rabbia”: Per l’intensità emotiva della situazione, in fondo è il TUO bambino, è probabile che ti venga la voglia di attaccare il/la colpevole: vorresti dirgliene quattro, a lui/lei o ai suoi genitori. Spesso però in questo modo la situazione non fa che complicarsi ulteriormente, senza andare verso l’unico risultato necessario- il cessare delle prese in giro. Siccome spesso si tratta di una complessa dinamica di gruppo, uno psicologo che conosce a fondo il tema del bullismo può aiutare.

Cosa fare quando tuo bambino viene preso in giro

Ma nel frattempo (e purtroppo può passare parecchio tempo…), come reagire nei confronti di tuo/a figlio/a? Per iniziare, dedica del tempo ad ascoltarlo, non fingere che non è successo nulla, che non è grave, o che si deve adattare alla situazione, e cercate di verbalizzare insieme le emozioni: focalizzate su quello che sente lui/lei, e su quello che senti tu, cerca di non sprecare troppa energia per capire esattamente cosa è successo o di colpevolizzare qualcuno. Poi, per superare la sofferenza, potresti vedere la situazione come un’occasione per fargli sperimentare una delle strategie più efficaci per affrontare le situazioni stressanti: l’umorismo “tiramisù”. Cercate di trovare un lato divertente nella situazione, un dettaglio un po’ comico della situazione, e cercate semplicemente di ridere insieme su questo dettaglio. Occhio a non ridicolizzare né se stessi, né chi ha preso in giro. Il vantaggio dell’umorismo “tiramisù” è che è una strategia che tuo figlio potrà usare anche nel futuro, ogni volta che gli capiti qualcosa di negativo, ed è una competenza in cui si può diventare sempre più abile esercitandosi.

E’ probabile che tutto ciò non ti sembri facile, o che ti senti poco sicuro su come farlo nella realtà. Puoi chiedere consiglio a uno psicologo che che conosce il tema del bullismo e delle prese in giro a fondo e che ti possa aiutare su come e cosa fare quando tuo bambino viene preso in giro.


Informa gli altri

3 Comments

  • Buon suggerimento, non ci avevo mai pensato e non mi sarebbe venuto naturale farlo! perchè ovviamente viene da reagire come se avessero toccato noi, che magari abbiamo pure qualche irrisolto e a soffrire con i nostri figli! Quello che mi è venuto spontaneo da fare è stato cercare di spiegare le dinamiche a mia figlia in modo che potesse riconoscerle e fronteggiarle, cercare di rafforzare la sua autostima e farle sentire che non era sbagliata, e che era chi si comportava in quel modo ad avere problemi. Per fortuna non era un bullismo pesante, ma “psicologico”, allontamento, esclusione, ecc. che fa comunque male..

  • Ascoltare il proprio bambino, cercando di comprenderne lo stato d’animo ma anche cercare di confrontarsi civilmente con i genitori degli altri bambini per cercare di porre fine alle prese in giro può essere sicuramente un modo per aiutarlo ad affrontare e superare la situazione. A lungo andare queste situazioni infatti possono degenerare. Per questo è sicuramente importante attuare una strategia di ‘alleggerimento’ cercando di trovare il positivo nella situazione ma anche un approccio che ponga fine ad atti che possono diventare di bullismo.
    Maria Domenica

Leave a Reply